Udine è una città di grande interesse per gli appassionati d'arte. A poca distanza dalla Pasticceria Carli è possibile ammirare le opere del Tiepolo, del Pordenone, del Quaglio, di Pomponio Amalteo e tanti altri artisti.

(a 30 metri) Il Duomo

il Duomo, conserva le imponenti forme gotiche trecentesche originarie, in particolare nel bel portale centrale e nel portale del fianco sinistro presso il campanile. Una porta a sinistra del presbiterio dà accesso al Museo del Duomo che comprende la trecentesca cappella di San Nicolò e l’antico Battistero sottostante al campanile.

http://www.spaziocultura.it/duomoud/
 

(a 50 mt) La Cappella della Purità

l'Oratorio della Purità, con opere di Giovanni Battista e Gian Domenico Tiepolo;



(a 100 metri) Piazza libertà

Si apre a i piedi del cinquecentesco Castello, che le incombe dall'alto con la sua massiccia mole, e la cingono eleganti edifici di schietta impronta veneziana: il palazzo del Comune, del 1456, di architettura gotico-veneziana, tutto aperto in basso da un porticato e ornato in alto di polifore; la loggia di San Giovanni, che gli sta di fronte, eretta nel 1533, formata da un lungo portico ad archi su snelle colonne interrotto a metà da un'arcata trionfale, e sormontata dalla torre dell'Orologio. http://www.turismo.fvg.it


(a 100 metri) Loggia del Lionello
 

La Loggia del Lionello (1448-56), o Palazzo del Comune, prende il nome dall'orafo udinese che la disegnò in forme gotico-veneziane. Presenta facciata a fasce bianche e rosa, loggiato al piano inferiore, polifore a quello superiore; in una nicchia sull'angolo destro si può ammirare una quattrocentesca statua della Madonna di B. Bon. Di fronte alla loggia si trova il scenografico Porticato di S. Giovanni (1533), un edificio rinascimentale di Bernardino da Morcote. Si tratta di un lungo portico retto da sottili colonne, sopra il quale svetta l'elegante Torre dell'Orologio (1527); un arco centrale da' accesso alla Cappella di S. Giovanni, ora trasformata in Pantheon ai Caduti. Su uno spazio rialzato di fronte al porticato sono collocate diverse opere scultoree, tra le quali le statue gemelle di Ercole e Caco (al centro), comunemente chiamate Florean e Venturin.

 

 
(a 150 metri) Il Castello

Ospita la parte più antica e significativa delle collezioni cittadine e si propone di essere un simbolo di identità per il popolo e la cultura del Friuli. Il Castello non è solo sede museale, ma anche luogo di incontri, prevalentemente a carattere culturale. La Casa della Contadinanza, al margine del Piazzale, propone mostre d'arte di artisti friulani.


(a 150 metri) Palazzo Patriarcale con gli affreschi del Tiepolo

 


Sede oggi dell'Arcivescovado, iniziato nel 1610 fu, fino al1751, lar esidenza del Patriarca di Aquileia. Il Tiepolo affrescò il soffitto dello scalone della Galleria, dove dipinse la "Caduta degli Angeli ribelli" e alcune stanze del piano nobile con storie dell'Antico Testamento.Di grandissimo valore è anche la Biblioteca voluta dal patriarca Dionisio Delfino (inizio del 1770) e continuamente arricchita in seguito dai suoi successori: contiene oggi più di diecimila volumi.

 

 

(a 300 metri) S Maria delle Grazie

 

Le Grazie” sono il santuario mariano non solo della città di Udine, ma anche di tutti i friulani in patria e all’estero. L’interno della basilica splende per armonia e decorazioni: la cupola e il soffitto furono affrescati fra il 1880 e il 1886 dai pittori L. Bianchini e E. Simoni; sopra gli altarr laterali ci sono quattro tele di D. Tintotetto. Splendido e luminoso il chiostro cinquece ntesco. Nel convento si trova una buona biblioteca e una preziosa pinacoteca con varie tele e innumerevoli ex voto, che testimoniano cinque secoli di ininterrotta devozione alla B. V. delle Grazie. Molti friulani abbracciarono la vita dei Servi di Maria; per i nostri tempi merita di essere ricordato il poeta e sacrdote David M. Turoldo. Luogo di culto e meta di pellegrinaggi.

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi